Home » Natura e Storia » Il Parco e Rete Natura 2000

Il Piano di Gestione ZPS

La Giunta Regionale del Veneto ha incaricato nel 2008 l'Ente Parco dei Colli Euganei alla redazione dei Piani di Gestione per la Zona di Protezione Speciale (Z.P.S) IT3260017 "Colli Euganei - Monte Lozzo – Monte Ricco", un'area protetta di circa 15.000 ettari che copre circa l'80 % dell'intera superficie del Parco e rientra nella Rete Natura 2000.

Il Piano di gestione è considerato uno degli strumenti fondamentali di attuazione degli obiettivi di tutela delle biodiversità, atto a soddisfare il mantenimento o il ripristino, in uno stato di conservazione soddisfacente, degli habitat naturali e delle specie di fauna e flora selvatiche di interesse comunitario.

L'Ente Parco ha sviluppato fin dall'inizio alcune delle fasi procedurali previste per la realizzazione del Piano di Gestione che hanno coinvolto, attivamente, un buon numero di portatori di interessi. La partecipazione dinamica della cittadinanza si è espressa attraverso una serie di incontri tenuti con il gruppo di lavoro del Parco, rispettivamente di presentazione, di confronto e di condivisione.

I cittadini hanno contribuito, attraverso la conoscenza del territorio, ad individuare gli elementi di pregio e le  situazioni di minaccia dell'ambiente dei Colli Euganei. I fattori messi in rilievo, che influiscono sullo stato degli habitat, hanno permesso al gruppo di lavoro del Parco e a quello afferente all'Università di Padova, di sviluppare finalità e strategie gestionali da inserire nel piano, contemperando le esigenze della tutela con quelle dello sviluppo economico, sociale e culturale nel rispetto del principio di sostenibilità ambientale. Al termine degli incontri è stato redatto un report sui contenuti delle attività svolte nel corso dell'evento.

In data 10 marzo 2010 l'Ente Parco ha avviato la fase finale di consultazione della Bozza completa del Piano di Gestione coinvolgendo di nuovo le autorità interessate ma anche il Pubblico inteso come gruppi di interesse, imprenditori locali e cittadini.

La bozza completa di Piano, unitamente alle cartografie di sintesi e la cartografia degli habitat, sono di seguito scaricabili. 

  • La versione completa del P.d.G. contenente tutti gli argomenti previsti anche obiettivi, strategie e norme, sarà approvata dal Consiglio dell'Ente Parco.
  • Entro 8 giorni dall'adozione, il Piano di Gestione sarà depositato presso la segreteria dell'Ente Parco e dell'avvenuto deposito verrà data notizia nel BUR, nell'albo pretorio dei 15 Comuni il cui territorio è interessato dal Piano di gestione e su due quotidiani a diffusione provinciale.
  • Entro il termine di 30 giorni dalla data di pubblicazione nel BUR dell'avviso di deposito, chiunque ha facoltà di prendere visione e, nei 30 giorni successivi, può presentare le proprie osservazioni.
  • Scaduto il termine per la presentazione di osservazioni, entro 60 giorni il Presidente del Parco Regionale dei Colli Euganei trasmetterà il Piano di Gestione alla Regione, unitamente alle osservazioni pervenute e alle controdeduzioni dell'ente.
  • Seguirà poi l'iter amministrativo di approvazione in Regione previsto dall'allegato B alla Deliberazione di Giunta Regionale n. 4241 del 30 dicembre 2008. 

Incaricati del Gruppo di Lavoro 

  • Prof. Tommaso Sitzia - Consulente e coordinatore scientifico - Università degli Studi di Padova - Dipartimento Territorio e Sistemi Agro Forestali
  • Dott.ssa Mariacristina Villani - Consulente - Università degli Studi di Padova - Dipartimento di Biologia Esperta in Botanica

Documenti scaricabili del Piano di Gestione (aggiornamento: dicembre 2010):

Per maggiori approfondimenti:

Condividi su