La nuova APP è online!
questionario
Home » Vivere il territorio » I Sentieri del Parco » Sentieri di Rovolon

Sentiero dei Carabinieri - R3

A piedi         Elevato interesse: flora Elevato interesse: panorama 
  • Partenza: Rovolon
  • Arrivo: Rovolon
  • Tempo di percorrenza: 1:10 h
  • Lunghezza: 3.8 km
  • Comuni interessati: Rovolon

Parcheggio e inizio percorso presso le ex scuole di Rovolon, davanti alla Trattoria "Da Bepi alle Scuole". Si scende lungo via Spinazzola costeggiando la Trattoria. Dopo circa 300 metri di percorso pressoché pianeggiante troviamo una curva secca a sinistra.(1)
Subito dopo si devia verso destra, in salita, sempre Via Spinazzola.

Sentiero dei Carabinieri - R3
Sentiero dei Carabinieri - R3
(foto di Archivio Parco)
 

   Scarica KMZ   GPX
 

Dopo altri 200 metri sulla destra appare la cosiddetta Villa Egizia. Dopo poco si gira a sinistra in un sentiero in discesa con segnavia R3 - R4 in mezzo alla vegetazione e si risale sul pianoro Spinazzola.(2)
Alla fine del sentiero si arriva alla strada asfaltata, che scende da Rovolon verso Montemerlo, alla "crosara del Capitello".
Scendiamo a destra lungo la strada asfaltata seguendo la pista ciclabile.
A circa 300 metri, ormai in pianura, si notano a destra resti di archeologia industriale ormai quasi completamente coperti dalla vegetazione, quali la base di un silos e una mura appartenenti alla vecchia cava della Italcementi, dove si estraeva la scaglia da portare poi al cementificio. Passiamo vicino alla "Casa Gialla" col maneggio (togliere). A sinistra il Golf Club Frassanelle col suo green.
Sempre a sinistra più avanti, appena sotto il livello stradale, la cosiddetta "fontana delle grotte" con un arco in pietra.
150 metri avanti giriamo a destra in via Rialto. Sulla sinistra si notano i due forni dove si cucinava la calce (i cosiddetti "Forni de Quaiato"). Inizia il percorso in salita di Via Rialto. Dopo circa 400 metri di salita, in prossimità di un prato recintato con rete metallica, si supera il cosiddetto "calto de Marin". In cima alla salita si arriva sopra il Colle Mottolo, da cui si gode un'ampia visuale del Monte Grande. Inizia un percorso pianeggiante fra gli ulivi e la macchia tipica dei Colli Euganei. Si arriva ad un incrocio dove, a sinistra si dirama il sentiero del Rialto R5, che porta al capitello del Monticello. Continuando invece il percorso verso destra arriviamo nuovamente a Villa Egizia e si chiude l'anello del percorso.
Da qui si torna verso le ex scuole di Rovolon, dove abbiamo parcheggiato l'auto.

1. A destra si può osservare un classico "calto" o torrente pluviale che una volta passava sotto il cosiddetto ponte "della calcara" ora coperto dalla strada provinciale.

2.
Giunti in fondo alla spianata, dopo circa 200 metri, ruotando di 180 gradi, si può godere del panorama del paese di Rovolon, col Monte della Madonna a destra e il Monte Grande a sinistra; volgendo quindi lo sguardo nuovamente verso valle si vedono, scendendo con lo sguardo lungo il Monte Grande, verso Est, il Monte Monticello; di seguito, e più vicino alla Spinazzola, il Monte Mottolo, dietro al quale sta il Monte Mattello. Sullo sfondo il monte di Montemerlo. Più oltre, in basso, il Colle delle Frassanelle con la Villa Papafava ed il campo da golf, che risale verso ovest nel Monte Sereo; quindi lo sguardo scende nella valle, in fondo alla quale si intravede il paese di Bastia, e quindi il Monte Viale. Sullo sfondo spicca la catena dei Monti Berici. Proseguendo con lo sguardo verso il Monte della Madonna, si vede il Monte Castellaro, fra le propaggini del Monte della Madonna verso Carbonara e il posto dove siamo.
Sentiero dei Carabinieri - R3
Sentiero dei Carabinieri - R3
(foto di Archivio Parco)
 
Condividi su