Il Parco Regionale dei Colli Euganei ha ottenuto la Carta Europea del Turismo Sostenibile in una cerimonia ufficiale che si è tenuta nel corso della Conferenza annuale di Europarc, a Genk (Belgio) il 25 ottobre 2012.


Nella foto, il Presidente del Parco, Gianni Biasetto, riceve la Carta





DOCUMENTI SCARICABILI:

 
 
Riunione Annuale dei Sottoscrittori 2015: avvio della II FASE DELLA CETS
 
 
 
COS'E LA CARTA DEL TURISMO SOSTENIBILE
 

La Carta Europea per il Turismo Sostenibile nelle Aree Protette (CETS) è uno strumento metodologico ed una certificazione che permette una migliore gestione delle aree protette per lo sviluppo del turismo sostenibile.L'elemento centrale della Carta è la collaborazione tra tutte le parti interessate a sviluppare una strategia comune ed un piano d'azione per lo sviluppo turistico sulla base di un'analisi approfondita della situazione locale. L'obiettivo è la tutela del patrimonio naturale e culturale e il continuo miglioramento della gestione del turismo nell'area protetta a favore dell'ambiente, della popolazione locale, delle imprese e dei visitatori.La CETS è coordinata da EUROPARC Federation che, con il supporto delle sezioni nazionali della federazione (come Federparchi-Europarc Italia), gestisce la procedura di conferimento della Carta alle aree protette e coordina la rete delle aree certificate.

 

I SOGGETTI SOTTOSCRITTORI DELLE AZIONI

In ogni riga: il primo link si riferisce alla descrizione del soggetto sottoscrittore; il secondo link alle azioni programmate dal soggetto stesso per la Carta Europea del Turismo Sostenibile.

 

Parco Regionale dei Colli Euganei - Azioni per la CETS - Nuove Azioni CETS

Associazione Astronomica Euganea - Azioni per la CETS

Associazione CFP CNOS-FAP Manfredini - Azioni per la CETS

Associazione Culturale "L'Artificio" di Este - Azioni per la CETS

Associazione Culturale "Studio D" - Azioni per la CETS

Associazione Giovane Montagna - Azioni per la CETS

Associazione Pro Loco Monselice - Azioni per la CETS

Associazione Ville Venete - Azioni per la CETS

Atestina Superbike - Azioni per la CETS

Azienda Altaura e Monte Ceva - Azioni per la CETS

Azienda Agrituristica Fattoria Morlungo - Azioni per la CETS

Club Alpino Italiano - Azioni per la CETS

Comune di Este - Azioni per la CETS

Comune di Montegrotto Terme - Azioni per la CETS

Comune di Vo', Pro Loco e Associazione "Da Vadum a Curtis" - Azioni per la CETS

Consorzio Vini DOC - Azioni per la CETS

Consulting&Software - Azioni per la CETS

Cooperativa Sociale "Terra di Mezzo" - Azioni per la CETS

GAL Patavino e GAL Bassa Padovana - Azioni per la CETS

Dipartimento dei Beni Culturali - Università di Padova - Azioni per la CETS

Podere Villa Alessi - Azioni per la CETS

Pro Loco di Teolo - Azioni per la CETS

Provincia di Padova, Settore Turismo - Azioni per la CETS

Regione Veneto, Unità di Progetto Foreste e Parchi - Azioni per la CETS

Strada del Vino Colli Euganei - Azioni per la CETS

Thermaesport - Azioni per la CETS

Turismo Padova Terme Euganee - Azioni per la CETS

Turismo Verde - CIA (Confederazione Italiana Agricoltori) - Azioni per la CETS

Veneto Emotion s.r.l. - Azioni per la CETS

 

 

PAGINA RIASSUNTIVA Nuove Azioni CETS 

 

IL PERCORSO DEL PARCO PER OTTENERE LA CARTA

 

Per ottenere la Carta (FASE I), il Parco Regionale dei Colli Euganei ha:

  • presentato, nel 2009, la candidatura ad Europarc Federation.
  • intrapreso un processo di formazione sulla CETS al personale dell'area protetta coinvolto, creato e gesto dei Forum e dei Tavoli di lavoro con i diversi attori dell'area coinvolti a vario titolo nel settore turistico (dalle imprese agli amministratori locali alle associazioni di categoria), e realizzato un'analisi partecipativa e una diagnosi del mercato turistico dell'area protetta, delle strategie già in atto, delle opportunità e dell'impatto dal punto di vista ambientale, economico e sociale. Tavoli di lavoro e forum sono iniziati in occasione del Ventennale del Parco nel 2009. Il Rapporto Diagnostico è stato presentato nel forum del 3 ottobre 2011, mentre il 12 dicembre 2011 sono stati verificati e sottoscritti gli impegni da parte di tutti gli attori presenti.
  • elaborato un documento finale di Strategia e Piano d'Azione.

 

Tutto il materiale prodotto è stato inviato a Europarc Federation e il Parco ha ricevuto la visita da parte del Valutatore delle Azioni l’11 e il 12 aprile 2012. Una volta ottenuto il Diploma della Carta Europea per il Turismo Sostenibile nelle Aree Protette, il Parco dovrà mettere in pratica il Piano d'Azione (FASE II e III).

Nel corso della Riunione Annuale dei Sottoscrittori 2015, è stato approvato l'avvio della FASE II prevista dal Piano d'Azione della Carta Europea del Turismo Sostenibile (vedi articolo).

 

 

La Carta ha validità cinque anni.

Alla scadenza del quinquennio Federparchi ed Europarc valuteranno i risultati ottenuti e rinnoveranno la Carta. In questa fase potranno aderire nuovi soggetti.