Grande partecipazione domenica 12 febbraio all’inaugurazione del Sentiero del Principe, recentemente valorizzato dagli interventi realizzati dall’Ente Parco. Centinaia di persone hanno assistito al taglio del nastro effettuato dai Sindaci di Este e Baone presso l’Arco del Falconetto, in via Cappuccini, ideale punto di partenza dell’itinerario; la mattinata è proseguita con la passeggiata lungo il rinnovato percorso storico, a cura delle principali Associazioni ambientaliste estensi.

 

Il Sentiero del Principe è ora completo di area di sosta nuova, panchine 

e tabellonistica informativa con mappa dettagliata, mentre l’anello del suo tracciato è interamente fruibile grazie al nuovo tratto di collegamento tra Calaone e Este, aperto con opere di disboscamento e ripristino.

 

 

 

 

 

 

 

RINNOVO PRIMA FASE E AVVIO DELLA SECONDA

 

Alla fine del 2012 il Parco Regionale dei Colli Euganei ha ottenuto la Carta Europea del Turismo Sostenibile (CETS). Un importante riconoscimento Europeo che testimonia l’impegno di circa una trentina di soggetti (pubblici e privati) a promuovere azioni in favore di un turismo attento sia alle ragioni dello sviluppo economico del territorio che a quelle della sua salvaguardia e protezione. Questa prima fase si è conclusa positivamente con la fine dello scorso 2016.

 

Gli attori coinvolti, hanno manifestato la volontà di proseguire nel percorso intrapreso (rinnovare l’adesione alla CETS) anche per un prossimo quinquennio. Ma non solo. Durante le riunioni dei sottoscrittori delle azioni (sia nel 2015 che nel 2016) è emersa la forte volontà di realizzare anche la seconda fase della CETS che permetterà un riconoscimento diretto anche per i singoli soggetti impegnati in un percorso virtuoso di partenariato con il Parco.

 

Con la costituzione e la prima riunione della Cabina di Regia, gruppo ristretto composto da rappresentanti dell’Ente e da alcuni sottoscrittori delle azioni del precedente quinquennio - il 26 gennaio 2017 - il Parco ha formalmente avviato il rinnovo della prima e realizzazione della seconda fase della CETS che si concluderà con la presentazione della documentazione necessaria per la propria ricandidatura (Fase I) ad Europarc Federation entro dicembre 2017. Europarc valuterà la documentazione e predisporrà l’invio di un proprio valutatore e sulla scorta delle conclusione di quest’ultimo riassegnerà all’Ente la CETS per il successivo quinquennio 2018 – 2022.

 

Nello stesso periodo si procederà alla realizzazione della seconda fase della Cets (Fase II) assieme alle aziende del territorio che vorranno elaborare una strategia e un piano d’azione triennale basato sui 10 principi CETS (sulla base di un disciplinare approvato da Federparchi). Il piano d’azione sarà infine approvato dal Parco Regionale dei Colli Euganei che assegnerà alle aziende la CETS .

 

Si invitano tutti coloro che operano con le proprie attività turistiche nel territorio dei 15 Comuni dell’area protetta e che vogliono renderle sempre più sostenibili a entrare a far parte dei sottoscrittori della CETS (Fase I) ed eventualmente intraprendere l’iter di realizzazione di Fase II, a contattare il responsabile della gestione della Carta del Parco:

Caregnato Gianni

tel. 0429 632911

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

 

  

Il Parco Regionale dei Colli Euganei, grazie a un finanziamento a regia regionale PAR-FSC 2007-2013, ha recentemente ripristinato e valorizzato l’antico percorso che collega Este a Calaone, conosciuto come “Sentiero del Principe”. I lavori di riqualificazione hanno permesso di rendere agibile un nuovo tratto di sentiero che chiude l’anello del percorso, oltre a realizzare un'area di sosta e installare l'arredo urbano con panchine e tre tabelloni informativi sulle principali caratteristiche del paesaggio, storia e natura del territorio.

 

Domenica 12 febbraio alle ore 10, presso l’Arco del Falconetto in via Cappuccini a Este, avrà luogo l’inaugurazione del rinnovato percorso alla presenza dell’Assessore regionale ai Parchi, Cristiano Corazzari, e delle Autorità locali; l’evento è aperto al pubblico e sarà seguito da un passeggiata con le principali Associazioni ambientalistiche estensi.

 

 

PRIMO INCONTRO TRA I SINDACI DEL TERRITORIO

 

Si è tenuto venerdì 27 gennaio, presso la sede del Parco a Este, un primo incontro tra i sindaci e l'Assessore al Territorio e ai Parchi della Regione Veneto, Cristiano Corazzari.

Pubblichiamo, di seguito, il comunicato stampa ufficiale della Regione, n.116 del 27/01/2017.




(AVN) Venezia, 28 gennaio 2017 

 
“Pur esistendo posizioni diverse tra i sindaci, emerse anche in questa occasione, confido sulla possibilità di raggiungere, alla fine del percorso che abbiamo appena iniziato, un risultato ampiamente condiviso”.
Lo dice l’assessore regionale al territorio e ai parchi, Cristiano Corazzari, dopo l’incontro da lui stesso convocato a Este con i sindaci dei Comuni del Parco Colli Euganei, per avviare la discussione sulla nuova zonizzazione e perimetrazione del parco stesso, così come previsto dalla norma approvata dal Consiglio regionale.
 
“Le posizioni espresse dai rappresentanti dei Comuni – afferma Corazzari – sono in alcuni casi distanti ma non inconciliabili e questo primo confronto si è rivelato comunque costruttivo, tale da indurmi a pensare che come Giunta rispetteremo pienamente i tempi di adeguamento del piano ambientale che ci siamo dati per rilanciare il Parco e valorizzare tutte le sue potenzialità”.
 
“Aspettiamo che i Comuni formalizzino le loro proposte – ha evidenziato Corazzari – e alla fine faremo sintesi, individuando le soluzioni migliori per la salvaguardia dell’ambiente e del paesaggio, ma anche delle attività economiche e sociali che si svolgono all’interno del Parco dei Colli Euganei. Per quanto riguarda il contrasto alla proliferazione dei cinghiali, quella è un’attività già pienamente in atto che vogliamo però ulteriormente rendere più incisiva”.
 
Corazzari ha infine rilevato che se quello del Parco dei Colli Euganei “è il fronte sul quale siamo oggi prioritariamente impegnati, il mio obiettivo è quello di dotare nel più breve tempo possibile tutti i parchi del Veneto di un nuovo e più efficace sistema di governance”.


 

 

 

 

Il 20 gennaio 2017 ha avuto inizio presso la sede del Parco Regionale dei Colli Euganei il primo ciclo di lezioni per la formazione di 25 selecontrollori da inserire nel registro degli operatori volontari che affiancheranno gli operatori istituzionali per la gestione delle specie “Sus scrofa” e “Dama dama”.

Le lezioni sono state condotte dal docente dott. Renato Semenzato, con la collaborazione della dott.ssa Peresin, entrambi biologi abilitati per la formazione dall’ISPRA.

 

La numerosa partecipazione ed il confronto tra il docente ed i partecipanti ha evidenziato l’interesse e l’importanza di questo tipo di formazione che l’Ente Parco sta svolgendo.

I prossimi cicli di lezione sono previsti per i fine settimana del 27 Gennaio e del 3 Febbraio pv.

 

 

L’Ente Parco promuove, per l’Anno Scolastico in corso, l’iniziativa didattica “I Colli Euganei raccontano” mirata ad educare gli alunni alla conoscenza e alla comprensione dell’ambiente complesso dei Colli Euganei, facendo loro apprezzare il valore che questo rappresenta non solo per i turisti e frequentatori dell’area protetta ma soprattutto per chi ci abita.

L'iniziativa è stata inizialmente rivolta a un numero massimo di 20 classi, o gruppi formati da alunni di più classi, delle scuole primarie statali e paritarie dei 15 Comuni dell’area Parco; viene prorogata con termine ultimo per la presentazione delle adesioni al 28 febbraio 2017 ed estesa a gruppi classe appartenenti anche alle Scuole Secondarie di I grado del territorio del Parco.


A ciascuna delle classi selezionate sarà garantito un pacchetto didattico gratuito, composto da una lezione in classe di due ore e un’escursione di mezza giornata con l’ausilio delle Guide Naturalistiche e Ambientali del Parco, le cui attività verranno svolte in un sito a scelta all’interno dell’area protetta, privilegiando siti rappresentativi del territorio comunale di appartenenza.

 

Gli Istituti Comprensivi possono partecipare con le loro scuole inviando l'adesione alla Segreteria organizzativa tramite PEC a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. entro e non oltre il 28 febbraio 2017. Si fa presente che è disponibile un numero massimo di 16 classi/gruppi classe, a cui si sommeranno le classi che già hanno inviato la loro adesione nella prima fase di promozione del progetto.

 

Vedi il Progetto Didattico (prima versione per le scuole primarie, i contenuti e le modalità di realizzazione sono invariati)